Isola di Zante: spiagge e location da sogno

Isola di Zante

I tanti paesaggi naturali che impreziosiscono Zante rendono questa isola una destinazione quasi obbligata per delle vacanze al mare memorabili. Stiamo parlando della terza isola per dimensioni di tutte le Isole Ionie, conosciuta dagli studenti italiani per essere stata luogo di nascita del poeta Ugo Foscolo, che le dedicò anche una poesia. Zante è oggi un’isola altamente turistica, e accoglie una delle spiagge più famose al mondo, immortalata su tutti i social: stiamo parlando ovviamente della Spiaggia del Relitto. Ma ci sono anche molti altri lidi che vale la pena di prendere in considerazione nel corso di una vacanza, dalla Spiaggia di Plakaki a Makris Gialos, dalla Spiaggia di Xigia a Porto Limnionas, senza dimenticare la Spiaggia di Psarou e quella di Limnikeri.

La Spiaggia del Relitto

Non si può non cominciare questa rassegna dalla Spiaggia del Relitto, conosciuta anche con il nome di Navagio. Si tratta di un simbolo di Zante, e deve il proprio nome alla presenza di una nave di pirati che negli anni Ottanta rimase incagliata proprio qui. Oggi fa parte a tutti gli effetti del paesaggio, contribuendo a rendere il panorama ancora più suggestivo. La Spiaggia del Relitto si trova fra due scogliere più o meno verticali. Vi si può arrivare unicamente dal mare, e ogni giorno partono barche da Porto Vromi. Volendo si può salire sulla scogliera, in modo da poter godere di un panorama privilegiato, con la spiaggia vista dall’alto. Basta percorrere la strada tra Anafonitria e Volimes.

Le altre spiagge da non perdere: Makris Gialos e Xigia

Chi ha la passione dello snorkeling deve di sicuro scrivere sul proprio taccuino il nome di Makris Gialos, spiaggia che è situata sul versante est di Zante. Si tratta di una spiaggia composta da ciottoli e sabbia, ed è il punto di partenza perfetto per coloro che hanno voglia di cimentarsi nell’esplorazione delle grotte subacquee che si trovano nei dintorni. Xigia, invece, è una spiaggia situata sul lato nord della costa, a breve distanza dal villaggio di Alykes. Più che una spiaggia si può definire una lingua di sabbia, con le rocce che fanno da cornice. C’è anche una grotta dentro la quale scorre una sorgente sulfurea.

I posti più romantici

Nel caso in cui si sia alla ricerca di una spiaggia romantica, la destinazione ideale non può che essere Psarou, che garantisce tutto il relax che si può desiderare. Si tratta di una stretta lingua di sabbia che si estende lungo il lato est di Zante, nel territorio di Amboula Psarou. Non è molto frequentata, e proprio per questo è consigliata per un viaggio di coppia. Tuttavia anche le famiglie con bambini possono venire qui, approfittando dei bassi fondali del mare. Alle pendici del Capo Marathia, invece, è situata la piccola spiaggia di Limni Keri, che deve il proprio nome al piccolo villaggio che la domina. Il fondale è sabbioso, e i ciottoli non danno fastidio sotto i piedi. Piacevole la vegetazione che regala ombra e quiete. Da qui, tra l’altro, si può partire alla scoperta dell’isola di Marathonissi.

Le grotte marine di Porto Limnionas

Porto Limnionas si affaccia sul versante ovest di Zante e può essere considerato una sorta di fiordo. Anche questa è una meta amata da chi si cimenta nello snorkeling, per merito delle tante grotte marine. Per arrivare è necessario partire da Agios Leon. Chi vuole visitare la spiaggia di Plakaki, invece, deve percorrere un sentiero che è stato scavato dentro la doccia e che si può imboccare ad Agalas, un villaggio di montagna. Non sono molto lontani i pozzi veneziani di Andronios.

Le migliori mete per una vacanza rilassante

Quando si ha voglia di una spiaggia isolata, all’insegna del massimo relax in un contesto quasi selvaggio, ci si può addentrare nella spiaggia di Kaminia, che si trova sul versante sud, nel golfo delle Tartarughe. Si tratta di una spiaggia di sassi, e per arrivare è necessario percorrere una scalinata abbastanza ripida. La fatica, comunque, viene ben ripagata. Non troppo lontana c’è la spiaggia di Agios Sostis, che viene scelta dalle tartarughe caretta caretta per la riproduzione. C’è anche un ponte di legno che dopo il tramonto si trasforma in una pista da ballo outdoor.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.