Le 5 tappe obbligate del tuo L.A. tour

Il mito dell’America è alimentato dai film e un viaggio negli Stati Uniti fa sentire un po’ tutti come su un set cinematografico. La maggior parte dei paesaggi e dei luoghi ricorda qualche pellicola o qualche famosa serie televisiva. Oggi vi vogliamo portare a Los Angeles, la città degli angeli ma anche di Hollywood, la vera fabbrica del sogno americano. In America i mezzi pubblici esistono ma non sono considerati molto cool pertanto prenotate già prima di partire dall’Italia un noleggio auto sul portale del broker Auto Europe, azienda di origine americana che dal 1954 cerca per i sui clienti i migliori prezzi sul mercato. A Los Angeles le collaborazioni con player locali e catene internazionali sono innumerevoli, con punti di ritiro presso i maggiori aeroporti e in tantissime località. Questo articolo si concentrerà su L.A., ma una volta che sarete arrivati in California è d’obbligo una capatina a San Diego per poi risalire fino a San Francisco lungo la leggendaria strada litoranea Highway 1. Fatto non trascurabile, anche Las Vegas ammicca in mezzo al deserto del Nevada a sole quattro ore e mezza di distanza. Il nostro consiglio più spassionato è di optare fin da subito per un noleggio auto one way con restituzione in un’altra città della California o di un altro stato. Ma non divaghiamo troppo e cominciamo come promesso con la “Top 5” delle cose da fare a Los Angeles.

  • 1. Hollywood: per prima cosa, e noncuranti del fatto che possa sembrare scontato, vi indirizziamo a nord-est verso l’iconica Walk of Fame nel quartiere di Hollywood. Riuscire a guadagnarsi una stella su questo marciapiede è il sogno di ogni celebrità. Ed è anche un’emozione poterla fotografare per un ammiratore. Entrate a bere qualcosa all’Hard Rock Cafe e poi dirigetevi alla celebre scritta Hollywood all’interno nel Griffith Park sulle pendici del Monte Lee. Potrete anche visitare il Griffith Observatory, un misto fra osservatorio, museo astronomico e planetario. Da questa parte della città si trova anche l’Hollywood Bowl, famosa location di concerti. Controllate se ci sono degli spettacoli interessanti quando sarete di passaggio.
  • 2. Studi cinematografici: Nella città del cinema è naturale voler curiosare un po’ dietro le quinte delle produzioni più note. I maggiori studi cinematografici hanno quindi aperto le loro porte ai visitatori. I due più importanti sono gli Universal Studios Hollywood e i Warner Bros. Studios Hollywood. Gli Universal Studios hanno più il taglio di un parco divertimenti con attrazioni e giostre legate a grandi successi come Minions, Harry Potter, Kunfu Panda, Simpson, Jurassic Park, King Kong, Fast-and-Furious e molti altri. I Warner Bros. Studios funzionano tutt’ora e quindi i set che si possono vedere non sono sempre gli stessi. I biglietti prevedono dei tour guidati e per i veri cinefili il tour incentrato sui grandi classici che hanno segnato la storia del cinema.
  • 3. Le leggendarie spiagge di L.A.: abbiamo usato il plurale perché ce ne sono diverse. La prima e più vicina al centro è quella di Venice Beach, una zona con un ampio lungomare dove si incontrano un sacco di personaggi spesso eccentrici intenti a fare sport, andare in skate, come anche venditori e artisti di strada. Seguendo la linea costiera verso nord si arriva a Santa Monica e poi a Malibù dove il vostro occhio cercherà di avvistare, in un continuo deja-vù, Pamela Anderson o David Hasselhoff di Baywatch. Qui le spiagge sono davvero esclusive. I quartieri sulle colline retrostanti sono infatti quelli ricchi di Beverly Hills con la via delle boutique di lusso di Rodeo Drive e Bel Air. Probabilmente non riuscirete a resistere e andrete a farvi un giro in auto per guardare da fuori e invidiare le ville faraoniche delle star internazionali.
  • 4. Downtown e Olvera Street: troppo spesso snobbato dai turisti, il nucleo originario di Los Angeles che si irradia da Olvera Street, è invece molto piacevole per fare una passeggiata. In quest’area che ha preso il nome di El Pueblo quando vi si sono stabiliti a fine del Settecento dei coloni messicani, si tiene regolarmente un mercato di prodotti artigianali e cibi tipici messicani accompagnati da musica folcloristica. Avrete anche la fortuna di entrare nella Avila Adobe, la residenza più antica di L.A. Se vi spingerete alla scoperta dei quartieri limitrofi troverete la Chinatown e la Little Tokyo, un vero viaggio fra culture in pochi passi.
  • 5. Disneyland Resort: Ad Anaheim, a 40 km a sud-est di Los Angeles, si trova uno dei primi parchi tematici al mondo e anche il padre di tutti i parchi Disneyland, inaugurato nel lontano 1955. È una meta perfetta soprattutto per famiglie con bambini ma affascina anche gli adulti, perché in fin dei conti siamo un po’ tutti cresciuti con i cartoni animati della Disney. In realtà i parchi adesso sono due perché a quello originario chiamato “Disneyland Park”, si è aggiunto il “Disney California Adventure”. Esiste un biglietto cumulativo ma se avete solo un giorno a disposizione dovrete scegliere uno dei due. Il “Disneyland Park” è una certezza, con al centro il Castello della Bella Addormentata da cui si irraggiano 8 aree tematiche: Fantasyland con tutti i film classici, Toontown ovvero Topolinia, Adventureland e Frontierland per i più avventurosi, e le parti più futuristiche come Tomorrowland e lo Star Wars:Galaxy Edge. La parte nuova dà più spazio alle produzioni Pixar e al territorio della California, rappresentando un buon approfondimento per il giorno seguente se doveste fermarvi a dormire in uno dei tre hotel del complesso. Per gadget e souvenir c’è un’area shopping dedicata, la Downtown Disney.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.