La riserva Marina di Ventotene

Una vacanza dedicata alla natura verso una riserva marina? In Italia si può fare e non è neppure una cosa tanto complicata, anzi la si può organizzare completamente ad soli. Stiamo parlando di Ventotene, una delle isole Pontine, a breve distanza dalla costa del Lazio. Una vacanza diversa dal solito, in una località immersa nel Mar tirreno e a pochi passi da un’area Marina Protetta.

Come arrivare a Ventotene

Nonostante si tratti di una delle più belle isole della zona, non sono molti gli italiani che possono dichiarare di essere stati a Ventotene, alcuni neppure ne conoscono l’esistenza. Per capire meglio come organizzare la tua vacanza scopri dove si trova Ventotene e come raggiungere questa località da Roma. Trattandosi di un’isola non lontana dalla costa è necessario raggiungerla in traghetto, le navi partono ogni giorno dal porto di Formia e anche da quello di Terracina, collegato da comodi treni a Roma- Termini. I traghetti sono numerosi ogni giorno ma, soprattutto per quanto riguarda l’alta stagione, è importante prenotare per avere la certezza di trovare un posto all’arrivo al porto. La prenotazione oggi si può fare comodamente online, approfittando dei servizi di alcuni siti; in questo modo è più semplice anche capire gli orari e le date di partenza.

Cosa fare a Ventotene

Ventotene ospita una bellissima spiaggia, un centro abitato ricco di negozietti e locali in cui assaggiare la gastronomia della zona e a breve distanza si trova l’isolotto di Santo Stefano, completamente disabitato. Tra le due isole si estende un’Area Marina Protetta. Il modo migliore per godersi l’isola consiste nel noleggiare una piccola imbarcazione, per poter fare il bagno al largo, per vedere tutte le bellezze dell’isola, o anche solo per fare una gita tra le due isole vicine. Chiaramente la bella stagione è il periodo migliore per arrivare a Ventotene, anche perché si tratta del periodo in cui è più facile trovare le attività commerciali e ricettive in piena attività. Il clima è buono anche in primavera e a inizio autunno, ma si dovrà rinunciare ai bagni e ai pomeriggi in spiaggia.

Come ci si sposta a Ventotene

Si tratta di una piccola isola, il viaggio in traghetto si fa quindi dopo aver parcheggiato l’auto a Formia o a Terracina. Quindi si giunge senza mezzo di trasporto sull’isola, cosa che non spaventa nessuno. A piedi infatti si può arrivare praticamente ovunque, oppure si noleggia una piccola barca, o si chiede un passaggio ai pescatori dell’isola.

Cosa vedere sull’isola

Nonostante le sue piccole dimensioni Ventotene offre varie escursioni e gite al turista curioso. Sull’isola è presente anche il Museo della Migrazione e Osservatorio Ornitologico, il primo museo di questo genere nel nostro Paese, che ci insegna ad apprezzare i tantissimi uccelli migratori che si fermano in queste zone. Ventotene era abitata già in epoca romana, lo si comprende facilmente dai resti di questa antica civiltà. Il porto di Ventotene è di epoca romana, scavato nel tufo; si può ancora ammirare anche la Peschiera Romana, così come antiche cisterne per la raccolta dell’acqua piovana e un’antica villa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.