Delusione totale per la prima edizione del Japan Festival a Milano

Non si fermano le polemiche piovute sul Japan Festival: ancora oggi continuano ad arrivare centinaia di recensioni negative dove tutti ne sconsigliano l’ingresso!

 

Clicca qui per vedere tutte le recensioni.

File kilometriche, cibo scadente, nulla da vedere, ingresso gratuito al costo di 10€! Sono queste le numerose polemiche che stanno piovendo nelle ultime ore sull’evento, a quanto pare nessuno aveva previsto una mole tale di partecipanti e l’organizzazione si è trovata impreparata, con file per l’ingresso anche di due ore e cibo terminato ancor prima di cominciare.

Il flop è palese e nonostante lo staff si sforzi di pubblicare video e immagini accattivanti sull’evento, le polemiche non si fermano! Veramente un peccato, l’evento prometteva molto bene, ma il fascino del Sol Levante non ha nulla a che far con questo evento raccontano i numerosi partecipanti!

Commenti

  1. Giancarlo Romano

    Un flop colossale. Pubblicizzato in maniera grandiosa ma poi un nulla tranne sporcizia ovunque, ressa all ingresso, puzza di cibo scadente. VERGOGNA. MILANO SI MERITA DI PIU’

  2. Gigliola

    Fortemente delusa: disorganizzati, eventi pochi e rari nella giornata quindi sovraffollati. Le cose più interessanti a pagamento (e che prezzi!), cibo tanto decantato in realtà pochi gli stand decenti: bocciato!

  3. susanna

    Sono stata al festival, ho seguito i corsi di manga (fantastico), di vestizione del kimono (spettacolare) e mangiato agli stand e sono molto contenta…C’era tanta gente all’interno, ma dopo aver visto la coda all’ingresso di certo non mi aspettavo il deserto! Io con l’iscrizione e pagamento online sono entrata in 10 min. Tutte queste polemiche mi sembrano assurde e in malafede.

  4. Haruka

    Anch’io mi unisco al coro dei delusi: con la gran moda che è diventata il Giappone in Italia, eventi accalappia curiosi simili che poi si rivelano scadenti non mi sorprendono anche se questo è il primo che mi capita.

    La massima lamentela riguarda il metodo di pagamento sakecoin: in primo luogo se non ci si aspettava tantissima affluenza e di per sè l’evento ha poco da offrire, non avrebbero dovuto pretendere ben €10 all’ingresso spendibili poi in sakecoin.
    Meglio un ingresso davvero gratuito e metodo di pagamento normale per chi dentro avesse poi voluto acquistare cibo e altro.
    Se l’evento avesse avuto molto da offrire e fosse stato gestito meglio non avrei avuto da obiettare, li avrei anzi spesi volentieri ma così…mi è sembrata proprio una fregatura obbligata!

    Per il resto ripeto le stesse cose: il cibo era pessimo, le code interminabili e poco spazio per mangiare senza considerare che i tavoli inevitabilmente sporcati dai tantissimi commensali non venivano spesso puliti.

Rispondi a Giancarlo Romano Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *