Sport sulla neve: elenco sport invernali

sci sulla neve

Per sport invernali intendiamo le discipline sportive che si svolgono su neve e ghiaccio, principalmente durante il periodo invernale nei paesi alpini, Europa del nord, america settentrionale e Giappone. Queste attività fanno parte dei Giochi olimpici invernali, che si svolgono tutti gli anni. Negli ultimi tempi questi sport sono molto più praticati, in particolare per la diffusione di materiali sintetici che agevolano lo scivolamento su superfici innevate e ghiacciate.

Gli sport sulla neve necessitano dell’uso di attrezzi di scivolamento, in particolare gli sci. Tra questi possiamo trovare diversi tipi di attività:

  • lo sci alpino: si basa nel discendere a valle lungo un ripido pendio con sci che vengono attaccati ai piedi tramite scarponi particolari. Di solito è praticato su delle piste dove viene curata la superficie nevosa.
  • lo sci di fondo: viene praticato su superfici poco ripide al contrario dello sci alpino. E’basato su una tecnica che agevola l’avanzare sulla neve con l’uso di sci insieme a dei bastoncini. Si divide in tecnica classica (si esegue usando il sentiero tracciato sulla neve battuta) e tecnica di pattinaggio (più giovane, nata all’inizio degli anni 80, gli sci non seguono il binario ma procedono su una superficie senza tracce in senso diagonale)
  • il salto con gli sci: gli atleti con sci ai piedi scivolano lungo un trampolino dove alla fine compiono un balzo per atterrare il più lontano possibile. Il risultato dipende dalla lunghezza del salto e dai punti di stile dati dalla giuria. Gli sci sono fatti di una parte principale in legno con scanalature.
  • il salto con gli sci freestyle: attività nata dallo sci alpino e rielaborata, la gara si basa su un percorso con gli sci fatto di salti e ostacoli, e tiene conto non tanto del limite di tempo quanto dello stile di esecuzione per ottenere il punteggio più alto. Possiamo trovare come oggetti del percorso corrimano in acciaio e fero, box scatolati con plastica in superficie per permettere di scivolare e altre varie strutture più fantasiose
  • lo sci di velocità: è un’attività che si basa sulla discesa da un pendio molto ripido per raggiungere sempre maggiori velocità. Si tratta di una disciplina molto antica, nata in Svizzera negli anni 30. Fu l’italiano Leo Gaspari a raggiungere il primo record: una velocità di 136 km/h
  • il carving: è una tecnica di sci che prevede una discesa con sci particolarmente sterzanti (detti sciancrati), introdotta negli anni novanta. Si usano sci molto più corti e si praticano inclinazioni molto più strette e a stretto contatto con la superficie di neve, quasi praticando una morbida pennellata sulla bianca sommità innevata. Anche qui si raggiungono velocità impensabili e le curve che si eseguono sono rotonde e ben collegate tra loro.
  • Lo sci escursionismo: disciplina che ha origini antiche, è un uso degli sci non soltanto come sport ma come mezzo di trasporto
  • la combinata nordica: nasce in Norvegia ed è uno sport molto antico, secondo fonti praticato dai soldati norvegesi nel XVIII secolo. La prima gara si svolse nel 1892 ad Oslo e ora questo sport è incluso nei giochi olimpici invernali, già a partire dal 1924. E’ un’attività che mescola le discipline dello sci di fondo e del salto con gli sci.

Molte pratiche hanno rivoluzionato l’uso degli sci, come per esempio lo skibike, l’uso di una bicicletta con gli sci invece delle ruote, e lo skiboard, che utilizza sci più corti e in linea con il freestyle. Lo ski-archery, uno sci di fondo con alternati giochi di tiro con l’arco, la corsa su ciaspole, delle racchette da neve usate in modo da non affondare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.