Scopri lo skateboarding: storia, luoghi e abbigliamento!

Lo Skateboarding va oltre il semplice spostarsi a bordo di uno skateboard. Questo è infatti uno stile di vita per tantissime persone. La storia dello skateboard affonda le sue radici negli anni ’50, quando i surfisti ebbero l’idea di trasferire su strada la splendida sensazione che le onde del mare sono in grado di regalare. Per questo motivo, i primi skaters vennero chiamati i “surfisti dell’asfalto”. Lo skateboarding americano si sviluppò in due luoghi emblematici: la California e le Hawaii. In origine venivano impiegate piccole tavole da surf alle quali venivano applicate delle ruote in metallo.

Nel 1959, Roller Derby propose il primo skateboard con importanti innovazioni tecniche, tanto che tra il 1959 e il 1965, lo skateboard divenne sempre più popolare negli Stati Uniti,soprattutto negli stati dell’Est e della costa Occidentale. Un altro momento clou è del 1963, con il primo concorso di skate a Hermosa Beach, in California. Qui gli skaters mostrarono  tutto il loro talento su diverse discipline come lo slalom, lo skate acrobatico o il freestyle, contribuendo ad aumentarne la popolarità.

A metà degli anni ’70, lo skateboarding arrivò in Germania e a Monaco di Baviera venne costruito il primo skatepark, e sempre qui nel 1978 ebbero luogo i primi campionati di skate tedeschi. Alla fine degli anni ’80 lo skateboarding è definitivamente esploso negli Stati Uniti, e aziende come Powell Peralta , Santa Cruz e Vision conquistarono il mercato internazionale. Il numero di skaters professionisti aumentò in maniera significativa ed i professionisti diventarono sempre più famosi, proprio come le stelle del baseball o del calcio.

Nei primi anni ’90, lo skateboarding andò incontro ad una fase di declino dovuta all’arrivo di altri sport più di moda, e decise per questo di tornare alle sue radici. Con l’avvento di internet, lo skateboard mantiene comunque un certo livello di visibilità, e a partire dalla metà degli anni ’90, i moderni skates riscontrano una nuova fase di crescita, che continua ancora oggi. Altri indicatori di popolarità sono i grandi eventi mondiali come la “Street League”, una serie di concorsi per skaters professionisti provenienti da tutto il mondo.

Tipi di skateboard

A prima vista, gli skateboard sembrano avere tutti la stessa forma, ma in realtà sono diversi sotto determinati aspetti. La differenza risiede principalmente nella lunghezza e nella larghezza della tavola. Ci sono dunque due tipi di skateboard: quelli tradizionali ed i longboard. Gli skateboard tradizionali hanno una lunghezza di circa 84 cm e sono bassi, mentre i longboard misurano circa 89 cm e sono più alti. Ci sono quelli pensati appositamente per i principianti e quelli per chi è in grado di compiere manovre più complesse. Un’altra differenza sostanziale tra gli skateboard risiede nei materiali di produzione: alcuni sono realizzati in legno, altri in plastica, alluminio o fibra di vetro. Il materiale è ovviamente in grado di influire sulle prestazioni e sulla capacità dello skate di essere manovrato.

Dove fare skateboard

Per muovere i primi passi a bordo di uno skate, è bene scegliere luoghi nei quali si ha la certezza di non incontrare pedoni e ostacoli di alcun tipo. Vanno benissimo i vialetti di casa o stradine chiuse al traffico. Quando si sarà acquisita l’esperienza necessaria per gestire correttamente lo skate, sarà possibile utilizzarlo sul marciapiedi o all’interno di piazze e altri luoghi all’aperto, avendo sempre cura di evitare ogni pericolo potenziale dato dalla eccessiva vicinanza con persone o veicoli. Nelle città sono sempre più presenti apposite piste pensaste appositamente per consentire agli appassionati di effettuare salti ed acrobazie in tutta sicurezza.

Piste da skate consigliate

Esistono diverse piste in Italia, pensate appositamente per gli amanti dello skate. Tra le più famose vi è sicuramente “The Spot Skatepark”, una pista skateboarding che si trova ad Ostia e che vanta una bowl in legno. A Milano è invece assolutamente raccomandato il Lambro Skate Park, un luogo imperdibile per gli amanti dello skate che è dedicato anche agli appassionati della BMX.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *