Tour della Tanzania e i suoi parchi

Volete scoprire uno dei luoghi più incantevoli del mondo? In questo articolo vi racconto una delle più belle avventure mai vissute, qui troverai alcuni consigli per pianificare un Safari ben organizzato. Siete pronti ad essere trasportati in uno dei luoghi più belli al mondo? Ogni angolo della Tanzania ha qualcosa di meravigliosa e suggestivo, che bisogna assolutamente esplorare.

Un viaggio che sicuramente richiede un’attenta pianificazione e un’ottima organizzazione e quindi non è un viaggio economico. Per avere un idea dei prezzi vai su questo sito di un tour operator che organizza safari in Tanzania. Il consiglio migliore è di affidarsi sempre ad un tour operator competente, per avere la garanzia di una esperienza fantastica in tutta sicurezza.

Tanzania: Pianificazione del Safari

In questo articolo, vi daremo una sorta di guida presentando i luoghi da visitare, e tutte le particolarità da tenere a mente.

I parchi più famosi e che si possono visitare in solo quattro giorni sono:

  • Tarangire
  • Serengeti
  • Ngorongoro
  • Ngaruki (villaggio Masai)

In particolare, parleremo della pianura del Serengeti, dell’oasi di Kikuletwa, dell’immenso parco nazionale di Ruaha e infine del Parco Nazionale del Tarangire.

Safari in Tanzania da visitare: i parchi

Serengeti con la sua pianura infinita: il contrasto dei paesaggi giallo/ocra e il cielo azzurro, la vista da sopra i monti del fiume Tangire, l’emozione nell’avvistare i leoni, la pace dei sensi all’interno del Ngorongoro, il vento sulla pelle, i colori unici del tramonto africano, i raggi della prima luce durante l’alba, le stelle che illuminano il cielo di notte.

La sorgente di Kikuletwa

La sorgente di acqua calda del Kikuletwa si trova lungo il percorso sterrato, costeggiato da immensi Baobab, tra Arusha e il Kilimanjaro.

È un’oasi paradisiaca, un’area isolata nel deserto che per raggiungerla ci si impiega un’ora e mezza di auto e conosciuta solo dagli abitanti del luogo.

C’è perfino una liana legata ad un albero per fare dei tuffi in acqua. Vivrete una sensazione nuova lasciandovi mordicchiare alle gambe e sui piedi da piccoli e innumerevoli pesci presenti nelle acque cristalline.

Una leggenda racconta che è proprio da qui che sorge il lago Victoria!!

Parco Nazionale di Ruaha

Il Ruaha è stato classificato il secondo parco della Tanzania per le dimensioni, il suo nome nasce dal fiume Great Ruaha, che con le sue gole stupende forma il confine orientale del parco. Inoltre, in questo Parco sono presenti alcune formazioni rocciose.

Il Ruaha presenta una pluralità di fauna come: le iene, i bufali neri, le zebre, le giraffe, le antilopi, facoceri, e felini come iene, licaoni, leopardi, leoni e ghepardi.

La caratteristica di questa zona è l’esistenza di più di 370 specie di volatili, alcuni presenti solo a Ruaha.

Parco Nazionale del Tarangire

Il parco nazionale del Tarangire si contraddistingue per la presenza di una vegetazione più vigorosa e rigogliosa, rispetto al parco del Serengeti.

Il fiume Tarangire da il nome al parco, ed è una zona ricca di pianure alluvionate, boschi e paludi.

Questa zona accoglie tantissimi animali che si possono vedere soprattutto nel periodo tra luglio e settembre: zebre, i kudu minori, i dik-dik, le gazzelle, gli gnu, i bufali, le giraffe, gli elefanti africani e i grandi felini, come ghepardi e i leoni.

Inoltre, il parco presenta il maggior numero di Baobab in tutto il continente.

Una tempesta di emozioni vi scatenerà un safari in Tanzania e queste stesse emozioni si rivivranno ogni volta che guarderete le foto del Safari organizzato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.