Tour della Sicilia occidentale: cosa vedere e dove

La Sicilia è l’isola più grande del mediterraneo e per visitarla tutta occorrono molti giorni di vacanza. Per questo motivo la maggioranza dei turisti sceglie di visitare una sola parte dell’isola, ovvero, la Sicilia occidentale o quella orientale. In questo articolo, ci concentriamo sul tuor della Sicilia occidentale che comprende il territorio di Palermo, Catania e Agrigento. Un itinerario turistico volto a dare qualche spunto in più su cosa vedere: i luoghi, le spiagge e le città più belle della Sicilia occidentale. Per questo tipo di vacanza, il tempo minimo di soggiorno consigliato è di almeno una settimana. Inoltre, dovrai scegliere almeno 3 strutture ricettive dove dormire (hotel o b&b) che faranno da base per la tua vacanza. Scopriamo insieme cosa vedere nella Sicilia occidentale, ecco il nostro tour:

Cosa vedere in Sicilia occidentale

Scegliere cosa vedere in Sicilia occidentale non è affatto facile, questa selezione infatti, implica l’esclusione di alcuni dei luoghi di interesse che non citeremo ma che meriterebbero, senza dubbio, una visita. Abbiamo quindi cercato di creare un itinerario che comprende le località che sono più rappresentative dell’ovest della Sicilia, quelle che devi assolutamente visitare! Ecco la nostra lista:

Il centro storico di Palermo e il percorso arabo-normanno

Palermo è l’anima pulsante dell’intera isola e non puoi dire di aver visitato la Sicilia occidentale se non hai visto il centro storico di Palermo. Questa città ci accoglie con i suoi mercati storici, come Ballarò e il Capo, le innumerevoli chiese, le stradine vocianti, le vie principali (Il Càssaro o Via Vittorio Emanuele, via Ruggero Settimo e i Quatto Canti) e lo street food che possiamo ritrovare in ogni angolo di Palermo. Qui troviamo anche l’itinerario arabo normanno, un percorso che comprende diversi monumenti (di cui fanno parte anche il duomo di Monreale e di Cefalù) dichiarati patrimonio dell’umanità dall’UNESCO:

  • Palazzo Reale o dei Normanni
  • La Cappella Palatina
  • La Cattedrale di Palermo
  • Chiesa di San Giovanni degli Eremiti
  • Chiesa di Santa Maria dell’Ammiraglio o della Martorana
  • Chiesa di San Cataldo
  • Castello della Zisa
  • Ponte dell’Ammiraglio

La cattedrale di Monreale

La cattedrale di Monreale fa parte dell’itinerario arabo normanno ed è considerata una delle chiese bizantine meglio conservate al mondo. Un’opera architettonica e artistica tra le più belle della Sicilia che non può mancare tra le tue mete da visitare. I mosaici interni vi lasceranno a bocca aperta, anche per via del contrasto con la facciata esterna della chiesa che si presenta austera e in netta contrapposizione con gli interni sfarzosi. Si può visitare in giornata raggiungendo Monreale da Palermo in auto o con i mezzi pubblici.

Le ville di Bagheria

Bagheria è una cittadina alle porte di Palermo, famosa per le sue ville e per essere la città natale di Giuseppe Tornatore, Renato Guttuso e Ferdinando Scianna. Si contano circa 14 ville nobiliari di epoca settecentesca, esempi del barocco siciliano più raffinato. Un ricco patrimonio che rimanda alla storia dei nobili palermitani che utilizzavano Bagheria come luogo di villeggiatura. Ognuna delle ville contiene sempre un giardino privato, utilizzato dai nobili per passeggiare e conversare tra loro. Non tutte sono visitabili ma alcune di queste sono quasi sempre aperte al pubblico:

  • Villa Palagonia
  • Villa Butera
  • Villa Cattolica (che comprende anche il museo Guttuso)
  • Villa Rammacca
  • Villa Valguarnera
  • Villa San Cataldo
  • Villa Cutò (o Palazzo Aragona)

 

il borgo di Cefalù

Cefalù è un borgo marinaro eletto tra i più belli d’Italia. Si trova nella costa occidentale della Sicilia, distante da Palermo 70 km e raggiungibile in un’ora di auto circa. Un piccolo borgo che ha tanto da offrire ai turisti. Cefalù ha origini molto antiche, lo si nota camminando per le vie del centro storico. Le stradine e gli edifici, alcuni dei quali risalgono al medioevo, offrono scenari indimenticabili. Da visitare assolutamente sono il Duomo, che fa parte dell’itinerario arabo normanno, il lavatoio medievale, la rocca di Cefalù e la sua splendida spiaggia. Anche in questo caso, utilizzando l’auto o il treno, il borgo può essere visitato in giornata.

 

Le spiagge di San Vito Lo Capo e la Riserva dello Zingaro

Proseguiamo il nostro viaggio nella Sicilia nord occidentale e approdiamo a San Vito Lo Capo. Un piccolo paesino che si affaccia sul mare, rinomato per le bellezze naturalistiche. Colpisce l’immensa spiaggia dorata che troviamo sul lido e i colori del mare che sfumano tra tutte le tonalità del turchese, uno spettacolo per la vista. Anche il santuario, situato nella piazza centrale del paese, merita una visita. Poco distante da San Vito si trova il golfo di Macari con le sue calette. Dal lato est di San Vito, a pochi km di distanza, c’è la Riserva Naturale dello Zingaro. Luogo ideale per immergersi nella natura circostante, fare trekking e visitare le piccole spiagge nascoste e incontaminate.

 

L’isola di Mozia e le saline di Marsala

Continuiamo a spostarci sulla costa occidentale della Sicilia, questa volta per visitare le saline del trapanese, più precisamente a Marsala e nell’isola di Mozia. Avrai certamente visto le foto delle saline in giro per il web, bellissime immagini che ritraggono le vasche che assumono diverse colorazioni , i mulini a vento e il sale bianco. Senza dubbio, uno dei luoghi più suggestivi della Sicilia, che ricorda i paesaggi spagnoli in cui è ambientato Don Chisciotte. Poco distante si può visitare la piccola isola di Mozia, ricca di storia e cultura.

 

L’isola di Favignana, l’arcipelago delle Egadi

Tra i posti da visitare in Sicilia occidentale, non possiamo esimerci dal citare le isole Egadi e in particolare Favignana. La fama delle sue spiagge caraibiche è del tutto coerente con la realtà. Il mare azzurro incornicia quest’isola a forma di farfalla. È una delle isole siciliane più visitate in assoluto. Si arriva facilmente in traghetto, partendo da Trapani, e si può ritornare anche in serata, grazie ai collegamenti frequenti. Citiamo solo alcune delle spiagge e dei luoghi da vedere a Favignana:

  • L’ex stabilimento Florio
  • Il castello di Santa caterina
  • Palazzo Florio
  • Spiaggia di cala rossa
  • Spiaggia di Cala azzurra
  • Cala rotonda
  • Grotte del bue marino

L’antica città di Selinunte

Sempre nella provincia di Trapani ma posizionata nella Sicilia sud occidentale, si trova il parco archeologico di Selinunte. È un’antica città greca che ancora oggi possiamo ammirare nelle sue strade e nei suoi templi, che sfidano il passare del tempo e restando lì, testimoni di una civiltà antica e affascinante. Ideale per immergersi nella storia della Sicilia. Passeggiando tre le vecchie vie dell’acropoli, si ammirano i resti dei paesaggi urbani delle tipiche città greche, con le sue piazze e i templi. Ad affascinare il visitatore, oltre alla storia e alla cultura, sono i paesaggi, il silenzio e la bellezza della natura circostante. Anche in questo caso, la visita a Selinunte può essere fatta in giornata.

La valle dei templi

La valle dei Templi è l’area archeologica più grande del mondo e la più importante della Sicilia. Si trova appena fuori Agrigento, nella Sicilia sud occidentale. È una tappa da non perdere, sopratutto per chi ama l’archeologia e la civiltà greca. La valle si estende per circa 1300 ettari, dove troviamo alcuni dei templi meglio conservati come il Tempio della Concordia, di Zeus, Ercole, Esculapio ed Efeso. La Valle dei Templi è uno dei luoghi da visitare anche per via delle bellezze naturalistiche che offre ai propri visitatori. Un luogo magico, tra i più suggestivi dell’isola.

Farm Cultural Park a Favarra

La Farm Cultural Park è una galleria d’arte a cielo aperto, un nuovo modo di concepire la fruibilità dell’arte e dei luoghi che la ospitano. Favara è un piccolo paesino in provincia di Agrigento, sconosciuto fino a pochi anni fa. Il centro storico era abbandonato e decadente ma, grazie al progetto e l’impegno di alcuni ragazzi, in pochi anni sono riusciti a recuperarlo e a farne un polo di attrazione per viaggiatori e artisti di tutto il mondo. Le case del centro si sono trasformate in opere d’arte firmate da alcuni dei più grandi street artist del mondo. Inoltre, è possibile assistere ad eventi culturali di ogni genere come concerti, teatro e mostre d’arte.

Dove alloggiare per visitare la Sicilia Occidentale

Per una vacanza ben riuscita, è importante scegliere con cura la struttura dove alloggiare. Meglio programmare il tour e prenotare l’hotel o il b&b in largo anticipo, ovviamente, tenendo conto della distanza che si impiega per arrivare alla meta da visitare.

  • Per visitare Palermo, Monreale, Bagheria e Cefalù, vi consigliamo di scegliere un b&b o un hotel nel centro storico di Palermo.
  • Per vedere San Vito Lo Capo, la Riserva dello Zingaro, Mozia, Marsala, Favignana e Selinunte, meglio scegliere di dormire in un hotel o b&b a Marsala.
  • In fine, per visitare la Valle dei Templi e la Farm Cultural Park di Favara, vi consigliamo di alloggiare all’interno del parco archeologico.

Le strutture più belle e suggestive dove dormire in Sicilia, sono senza dubbio le dimore storiche. Palazzi nobiliari, o parti di essi,  ristrutturati e trasformati in alloggi comodi e confortevoli, dal fascino indiscusso. Ecco quali sono gli hotel e il bed and breakfast che abbiamo selezionato per dormire in Sicilia occidentale:

Boutique b&b a Palermo centro: Il Giardino di Ballarò

Il Giardino di Ballarò è un b&b di charme, posizionato nel cuore di Palermo, nei pressi del mercato Ballarò e a pochi passi dai principali monumenti e luoghi di interesse della città. Una vera dimora storica, elegante e fornita di servizi come la jacuzzi sul terrazzo e il giardino privato. Inoltre, pur essendo nel centro di Palermo, si accede facilmente in autostrada che dista solo pochi minuti di auto. In questo modo, sarà possibile visitare a piedi Palermo e ricorrere all’auto per recarsi a Monreale, Bagheria e Cefalù, senza perdere tempo nel traffico cittadino. Per approfondimenti sulla struttura dove dormire, visita il sito del b&b a Palermo centro Il Giardino di Ballarò www.ilgiardinodiballaro.it

Hotel Carmine a Marsala centro

L’hotel Carmine si trova nel centro storico di Marsala, vicino al mare e alle famose Saline di Marsala. Un elegante palazzo storico dotato di ogni comfort, che offre servizi come il massaggio in camera o le visite guidate. Ottima posizione per visitare Marsala a piedi e ricorrere all’auto a noleggio per recarsi nelle Saline, a Mozia, Favignana, Selinute, la Riserva dello Zingaro e San Vito lo Capo. Sono tutte mete raggiungibili in giornata, in modo da rientrare la sera per alloggiare in hotel. Per scoprire di più sulla struttura dove dormire a Marsala, visita il sito web dell’hotel Carmine www.hotelcarmine.it

Hotel nella Valle dei Templi ad Agrigento: Villa Athena

Situata nel cuore del parco della Valle dei Templi, Villa Athena è un hotel 4 stelle privilegiato per la sua posizione davvero particolare, con vista sui templi dell’acropoli. Una storica villa, elegante e ben definita, con elementi architettonici e di arredo tipici della Sicilia. Offre molti servizi come la spa e il ristorante, ma anche visite guidate ed escursioni in barca. Grazie alla sua ubicazione, è un punto strategico dove dormire perché si è già all’interno della Valle dei Templi e la Farm Cultural Park di Favara, dista solo 15 minuti di auto. Per maggiori informazioni sull’hotel, vai sul sito di Villa Athena www.hotelvillaathena.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.